Direttore d'orchestra

Alexander Mayer

Alexander Mayer, che la stampa svizzera definisce come “direttore d’orchestra moderno” e il cui spirito innovativo elogia tanto quanto le sue interpretazioni, è dal 2010 direttore artistico e direttore d’orchestra dell’Ensemble Symphonique Neuchâtel.

Durante questo periodo, ha portato ad affermarsi con successo nello scenario musicale svizzero l’orchestra creata nel 2008 da una fusione, come dimostrano anche gli inviti a rinomate serie di concerti e a regolari trasmissioni radiofoniche. Dal 2013 al 2017, in qualità di direttore musicale, ha condotto a grandi successi acclamati anche la Sinfonietta di Losanna.

Nei suoi programmi, Alexander punta sui contrasti e rompe i confini tra i diversi generi, ad esempio quando combina un concerto con uno spettacolo di luci, Mendelssohn con l’elettronica o Beethoven con il klezmer (genere musicale tradizionale degli ebrei aschenaziti dell’Europa orientale). I suoi partner includono rinomati artisti come Gautier Capuçon, Tzimon Barto, Kolsimcha o Supermafia. Quando Alexander si esibisce come ospite, presenta anche programmi ricchi di riferimenti da Bach a Sciarrino, come recentemente nell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, nell’Orchestra Filarmonica di Torino o nell’Orchestra Sinfonica Siciliana. Ha inoltre un rapporto particolarmente stretto con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e la Zuglói Filharmónia Budapest.

Alexander ha completato i suoi studi di musica sacra e di direzione orchestrale presso la Hochschule für Musik Saar, dove ha avuto tra l’altro insegnanti del calibro di Leo Krämer e Max Pommer. I corsi da maestro lo hanno condotto da Neeme Järvi, Gennady Rozhdestvensky, Frieder Bernius e Stefan Parkman, assistente a John Nelson e Donald Runnicles.

Nel 2003, ha vinto il Concorso Internazionale per direttori d’orchestra a Tokyo.

Oltre a lavorare con orchestre e cori professionali, Alexander è il primo direttore ospite della Landes-Jugend-Symphonie-Orchester Saar, è inoltre molto attivo nell’educazione musicale, insegna e si esibisce regolarmente come organista e musicista da camera.

Ph. Credit Tashko Tasheff