Direttore d'orchestra

Alexander Lonquich

Alexander Lonquich, direttore principale dell’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, è nato a Trier e si è imposto sulla scena musicale internazionale quando, nel 1977, ha vinto il Concorso Casagrande di Terni. Da lì è iniziata una fortunata carriera che tuttora lo vede esibirsi nei principali centri musicali in Europa, Giappone e Stati Uniti.

Fra i tanti direttori d’orchestra con i quali ha collaborato spicca il nome di Sándor Végh e della sua Camerata Salzburg, complesso con il quale Lonquich continua ad esibirsi regolarmente nella duplice veste di direttore e solista. Un ruolo, quest’ultimo, che lo ha già visto impegnato con l’Orchestra della Radio di Francoforte, la Royal Philharmonic, la Deutsche Kammerphilarmonie, la Mahler Chamber, la Filarmonica della Scala, l’Orchestre des Champs Elisée e l’Orchestra da Camera di Mantova.

Già “Artist in Residence” presso la NDR Elbphilharmonie Orchester, dal 2011 collabora come direttore-solista con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e dal 2014 è direttore principale dell'Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza.

Dopo aver inciso per EMI (Mozart, Schumann e Schubert), ha iniziato una collaborazione con ECM per la quale ha registrato la Kreisleriana, la Partita di Holliger ed un CD dedicato a Schubert con Carolin Widmann.

Per la sua attività concertistica e discografica ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla critica fra i quali il “Diapason d’Or”, il Premio Abbiati (nel 1993 e nel 2017) e il Premio Edison. Lonquich dedica da sempre molte energie alla didattica con masterclass e insegnamenti stabili presso rinomate istituzioni internazionali.