Clarinetto

Kevin Spagnolo

Vincitore del Primo Premio del prestigioso concorso di Ginevra nel 2018 a soli 22 anni, Kevin Pedro Spagnolo (1996) è considerato uno dei più giovani e talentuosi artisti della sua generazione. Già vincitore di molti altri concorsi nazionali ed internazionali, tra cui il Concours Internationale de Clarinette Jacques Lancelot et Ghent International Clarinet Competition, Kevin si esibisce in tutta Europa in Recitals con pianoforte, da solista e in gruppi di musica da camera, con quartetto d’archi e con altri strumenti a fato.

Kevin inizia a studiare il clarinetto all'età di otto anni al Conservatorio di Lucca dove si diploma nella classe di Remo Pieri nel 2013 con il massimo dei voti e menzione d'onore. Successivamente si perfeziona con Carlo Failli e Fabrizio Meloni. Nel 2015 inizia il Master of Arts con Romain Guyot al Conservatorio di Ginevra, dove successivamente completa anche il Master Solist nel 2019 e vince l’audizione come Primo Clarinetto della Swedish Chamber Orchestra.

Si è esibito da solista, anche in tournée, proponendo innumerevoli repertori classici, moderni e contemporanei, con L'Orchestra de Aguascalientes, Orchestre de la Normandie a Rouen, Orchestre de Chambre de Genève, Orchestre des Nations, Bruxelles Philharmonic, Orchestra del Teatro Mariinsky a San Pietroburgo, Swedish Chamber Orchestra, Orchestra Regionale Toscana, Orchestre de Chambre de l’HEM.

Fotocredito William Beaucardet

Ha suonato in recitals e vari festival in Francia, Italia, Svizzera e Germania, con Carlos Sanchis, Chloe Ji-yeong Mun, Theo Fouchenneret, Lorenzo Soulés, Quatour Voce, nel Festival di Montpellier (Radio France), Jeunes Talents a Parigi, Concerts d'été de Saint Germain a Ginevra, Festival de les Haudères, Filarmonica di Rovereto, Musikfestival Blaibach e molti altri. Alcuni suoi concerti sono stati registrati per radiotrasmissioni su Radio France, Bayerischer Rundfunk, Rai Radio 3, Radio Télévision Suisse.

Suona regolarmente in duo con il pianista Simone Rugani in vari festival e stagioni in Italia, tra cui Amici della Musica di Firenze, Perugia Classica, Lucca Classica, Stagione Concertistica della fondazione Ivan Bruschi di Arezzo tra gli altri.

Nel 2021 esce il suo primo CD da Solista, Façades, con la Swedish Chamber Orchestra, sponsorizzato da Breguet e il Concorso di Ginevra, con musiche di G. Ro s s i n i , C.M. von Weber, Jean Françaixe Béla Kovács.

Il CD mette in contrapposizione gli elementi e caratteri dell’opera tedesca e quella italiana, la musica e cultura francese e il tema popolare nella musica klezmer. Il filo conduttore è la “joie de vivre”, la gioia del vivere, e le sfaccettature della vita stessa. I compositori scelti dall'artista sono stati maturati e vissuti in molte delle loro sfaccettature durante gli studi e in varie esibizioni e, inoltre, un brano in particolare l'Andante e Rondo Ongarese, originariamente per fagotto o viola e orchestra, è stato trascritto dall'amico russo Ruben Myrzoian per Clarinetto di Bassetto e Orchestra.

Oltre alla sua attività concertistica Kevin si dedica all’insegnamento in Masterclasses in tutta Europa ed è docente alla Scuola Internazionale di Musica Avos in Piazza del Popolo a Roma.

"Con un controllo eccezionale dello strumento, Kevin Spagnolo è conosciuto per la sua spontaneità e ricerca della libertà, spingendo le sue abilità ai limiti del possibile. Curioso ed assetato di musica, cercando di condividere le sue emozioni con il pubblico, afronta e ricerca sempre nuovi repertori, come dimostrato dalla sua recente passione per la musica da camera, jazz e klezmer”.